Lavorare in trincea

Il sei è stata la giornata europea della logopedia dedicata alle balbuzie. Se nella grande Italia e nelle nazioni europee c’è stato grande fermento, nella piccola isola di Procida timidamente ho avuto qualche richiesta di materiale ma in silenzio e nel più stretto riserbo. La Campania è fatta di tanti Centri di riabilitazione e solo pochi di loro partecipavano alla campagna informativa.

Lavorare in Campania è come stare in trincea specie se hai delle specialità e non fai parte dei poteri forti di cui vedi i danni: bambini  malcurati, terapie senza modelli teorici scientificamente accertati e altre amenità.  I poteri forti hanno interesse a non fare informazione e le persone sono spesso poco avvezze a chiedere informazioni, farsi delle domande. Figuratevi in una piccola isola dove spesso non accettano il problema e di dire qualcosa che possa far dispiacere qualcuno o, al contrario, dar soddisfazione, non se ne parla. Lunga vita ai cialtroni, quindi, che abbagliano la folla e fanno passare i diritti per piaceri personali, si guardano bene dal creare una consapevolezza sulle varie patologie del linguaggio offendo un quadro di caos, di eternità del problema, di morte delle buone pratiche.

In pratica, un vero inferno.

Annunci

2 risposte a “Lavorare in trincea

  1. Sono siciliana. Di Alcamo, un paese grande, ma pur sempre un paese. Purtroppo nei paesi, in meridione ancora di più, ammettere di avere un problema è un’onta. Se hai un “difetto” te ne vergogni quindi meglio che gli altri non lo sappiano, altrimenti ti affibbiano una “’giuria” con cui ti marchieranno a vita. Non è una giustificazione, anzi, ma forse è un modo per capire il motivo di tanta reticenza. Un abbraccio.

    • ciao letizia. infatti ho dato il materiale a chi me l’ha richiesto come se stessimo facendo cosa sgradita al mondo, manco se stessimo spacciando eroina… Il problema, almeno ai miei occhi, è che le spese maggiori le fanno i bambini che si sentono diversi e poi sviluppano comportamenti devianti. Insomma, uno sconguasso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...