7 risposte a “inglese

  1. Anch’io all’asilo ho un bambino che parla a “libera interpretazione”, e ho l’arduo compito di insegnargli l’inglese… Ovviamente da parte sua accettiamo di più gli errori e ho imparato a distinguere i suoni che dimostrano lo sforzo per avvicinarsi alla parola giusta da quelli buttati un po’ lì, e lui che è un bambino gioioso e intelligente sembra divertirsi in queste ore di inglese, che alla fine è la soddisfazione migliore per le sue teacher!

  2. ciao..
    una domanda..
    ma non è rischioso che un bambino uscito “fresco fresco” da un disordine fonologico.. faccia inglese?? nel senso.. potrebbe togliergli quella sicurezza che ha iniziato ad acquistare con i fonemi e la sintassi italiana??

  3. ciao teacher 🙂 Il mio ragazzino adesso parla correttamente ma il tuo alunno dovrebbe fare giusto un pò di logopedia per aiutarsi a gesire meglio il proprio linguaggio. Se è sveglio, non ci vuole molto tempo!

    a francesco: caro studente, il disturbo fonetico fonologico ha compromissioni solo sull’articolazione e coatricolazione della parola e manipolazione di lettere e strutture sillbiche. Si chiama disturbo fonetico (strutture fisiche articolatorie) fonologico ( capacità di manipolazione di sillabe e lettere). Il fonologico lo ritrovi anche in lettura e scrittura ma non trovi il fonetico: il bambino può parlare male e scrivere benissimo. Arriverà questa cosa alle maestre? speriamo.
    ti abbraccio e buoni studi! a proposito, quando ti diplomi?

  4. grazzzie della dritta.. pensavo ad una compromissione più seria delle abilità metafonologiche…capito.
    fra qualche mese finirò le lezioni (fine terzo anno) e poi..il tempo di dare tutti gli esami e di preparare la testi… se tutto va bene dovrei laurearmi fra un annetto..
    a presto! e grazie
    Francesco C.

  5. Già, lo penso anch’io e anche le maestre, ma i genitori stanno aspettando a portarlo dal logopedista perchè il fratello (che aveva lo stesso problema) ha subito un qualche trauma con il logopedista… io li vedo poche ore a settimana, ma spero che inizino a portarcelo. La cosa fenomenale è come i suoi compagni lo capiscano (io ho delle difficoltà a volte) e non lo prendano minimamente in giro… è sorprendente!

  6. cara teacher, il tuo alunno è un portento: di solito vengono trattati male. Auguri… e le logo rigide sono dovunque ma i genitori non capiscono che la rigidità a volte non è sinonimo di bravura.

    caro collega, la compromissione metafonologica nel disturbo fonetico fonologico c’è sempre ma non c’è quella a livello metalinguistico ( o el metalinguaggio)vale a dire problemi nella morfologia della lingua e nel lessico. Posso avere un buona costruzione della frase e del discorso e un gran lessico ma non riuscire a articolare bene. In campana: molti confondono la metafonologia con altro. “Meta”, in quanto radice, significa “quel che porta a”. Gli esercizi metafonologici sono quelli “che portano a una corretta gestione della fonologia”.
    le cose sono più semplici di quanto l’università voglia far credere!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...