La febbre

In questo sciagurato anno bisesto ho preso la febbre già tre volte. Le altre volte mi sono incappucciata e sono andata a lavoro, come mi ha insegnato mia madre -il dovere prima di tutto!!- ma questa volta mi sentivo proprio a pezzi e sono rimasta a casa. Mi godo il letto, il valzer della febbre, i ragazzini che mi raggiungono tramite messenger e mi chiedono come sto, la mia casa dove ci sto sempre da ospite, tanto è poco il tempo che ci passo dentro. Fuori c’è un tempo che sembra gennaio: piove, il cielo è grigio e accendo ancora il riscaldamento. Sul fornello la mia pietanza preferita: le lenticchie.

Quando si è malati bisogna viziarsi. 

Annunci