non parla

Bimbina quattrenne dall’articolazione a libera interpretazione dell’ascoltante. Di quelle che parlano ma l’effetto che sortiscono è: "Non si capisce niente!". Dopo un cumulo di esercizi davanti allo specchio, sperando di dare ordine alla lingua anarchica che si ritrova, mi chiede se può fare un disegno. Di solito disegni da me non se ne fanno: abbiamo sempre cose più importanti da fare. La bimba è cotta e le accordo il disegno. Le vado a prendere i colori nella stanza della mia collega. Le dò un foglio. Disegna la mamma e il fratellino piccolo. Guardo il disegno. Dice che è finito. Non manca niente, domando. No, fa lei. Guarda il fratellino, l’invito: c’è qualcosa in meno. No, fa lei. Non ha la bocca, faccio notare. Non può tenerla, fa lei.

E’ piccolo e non parla.

Una risposta a “non parla

  1. A noi, lo scorso anno, le maestre della materna di “Spaccaball” ci chiamano e ci mostrano un disegno di una casa e di un bambino, fuori della casa. Le maestre tra il mezzo scandalizzato mi dicono che il tema comune del disegno era: “Disegna la tua famiglia”.
    Guardo “Spaccaball” che se ne sta lì attento, ma distaccato, e gli chiedo “Ma la famiglia dove sta?” E lui un po’ scocciato ripete per l’ennesima volta: “Dentro casaaaa!!!”. Mentre tornavamo a casa in auto precisa: “Ci ho fatto pure tante finestre, se ci guardate dentro…!!!”
    Scusa… sono Loste della Colica, “Spaccaball” è il mio piccolo ragazzo. Ti linko perchè mi piaci.
    Loste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...